FederSpecializzandi esprime soddisfazione per l’iniziativa politica del Consiglio dei Ministri che ha previsto all’Art. 26 del Decreto Legge “Misure urgenti per la semplificazione e per la crescita del Paese” (delega al Governo per la riforma della Pubblica amministrazione) lo stanziamento di ulteriori 6 milioni di euro per l’anno 2014 e di 42 milioni di euro per il 2015 per finanziare contratti di formazione specialistica ministeriali aggiuntivi. Tale stanziamento consente di portare il numero di borse di specializzazione da 3300 a 5000 già a partire dal 2014, grazie ad ulteriori risorse reperite dal MIUR.

In attesa di informazioni più dettagliate non possiamo che ribadire l’importanza di questo risultato, ottenuto grazie ai migliaia di giovani medici in formazione che, negli ultimi mesi, si sono mobilitati per portare l’attenzione dell’opinione pubblica, del Parlamento e del Governo sul tema della formazione specialistica. Sarà necessario rimanere vigili affinché questa iniziativa rappresenti solo un punto di partenza che presupponga un finanziamento crescente per la formazione medica post-laurea nell’arco dei prossimi anni, in linea con il progressivo aumento del numero dei laureati in medicina e chirurgia.

FederSpecializzadi chiede che quanto prima si proceda all’emanazione del bando di accesso alle scuole di specializzazione  rispettando la scadenza per l’espletamento delle procedure concorsuali, fissato dal MIUR, per ottobre 2014. FederSpecializzandi richiede inoltre che il MIUR diffonda al più presto le nuove regole di svolgimento del concorso e la bibliografia da cui verranno tratte le prove di accesso.